COME SI DIVENTA DONATORI

E' necessario essere in buona salute ed avere un'etÓ compresa fra i 18 e i 65 anni.

Basta vedere sulla home page la data della prossima donazione presso i locali della parrocchia di San Paolo, zona bivio,  e quindi presentarsi alla data stabilita dalle ore 9.00 alle ore 12.30 per la prima iscrizione.

Qui di seguito riportiamo alcune delle domande pi¨ ricorrenti poste da chi non ha mai donato sangue, con le relative risposte fornite da personale medico qualificato:

-Donare il sangue provoca dipendenza?-

R: Assolutamente no! Chi comincia a donare continua a farlo solo perchŔ vuole farlo e pu˛ smettere quando vuole.

-Quante volte all'anno bisogna donare?-

R: La legge impone come unico limite che siano passati 90 giorni dall'ultima volta prima di un'altra donazione, mentre non esiste alcuna imposizione, nŔ legale e tantomeno nello statuto Avis, riguardo alla frequenza, la cui scelta Ŕ affidata interamente al singolo donatore.

-Fa male?-

R: E' come un pizzicotto sul braccio,dopo non si avverte alcun dolore.

-E' pericoloso?-

R: Assolutamente no. Ogni ago Ŕ sigillato e sterilizzato, e viene usato solo una volta. 

-Bisogna evitare lavori faticosi dopo aver donato il sangue?-

R: E' consigliato, tuttavia non Ŕ vero che ci si sente deboli, in quanto il sangue prelevato viene rimpiazzato nel giro di poche ore dalle riserve immagazzinate nel fegato.

-Cosa avviene esattamente nell'organismo dopo una donazione?-

R: La prima cosa Ŕ un ammanco di liquidi che va subito ripristinato bevendo qualche bevanda. Subito dopo le riserve accumulate normalmente nel fegato degli altri componenti del sangue (globuli rossi e bianchi, piastrine...) vengono messe in circolo , rendendo il sangue identico a prima della donazione nel corso di poche ore, in genere otto. In pratica il sangue viene rigenerato continuamente e indipendentemente dal fatto che si doni o meno, il limite dei 90 giorni prima di un'altro prelievo Ŕ dovuto al fatto che devono ricostruirsi le riserve all'interno del fegato, i cui tempi variano dai pochi giorni dei globuli ai 60 giorni del ferro.

-E' opportuno mangiare dopo la donazione, magari una bella bistecca?-

R: Non Ŕ necessario tanto il cibo immediatamente dopo una donazione quanto bere dei liquidi, anzi bisognerebbe sfatare il luogo comune della bistecca, in quanto affatica lo stomaco e richiede per digerire del sangue proprio quando la disponibilitÓ dello stesso Ŕ momentaneamente diminuita.L'ideale Ŕ seguire la dieta di tutti i giorni, l'organismo ci pensa da solo a rigenerare le riserve sanguigne.

IMPORTANTE
per ulteriori informazioni leggere il comunicato informativo dei medici del centro trasfusionale di Larino.
Comunicato Informativo